Skip to main content

Presentazione della stagione invernale di Italo: Road Show, prima tappa Milano

 25deangeliseco.Italo

di Claudio Pina

Appuntamento ormai tradizionale a cui Milano risponde con una altrettanto tradizionale pioggerella gelata , ma tutto è bello visto dal decimo piano in Piazza della Repubblica da una delle sale-terrazza panoramiche dell’ Hotel Duca.

Verrebbe voglia di fare un telegramma sintetico coi punti di forza del programma, ma il piacere di parlare con il gruppo di Italo dilata i tempi: a cominciare da Marco De Angelis direttore vendite, visibilmente soddisfatto dei risultati, anche se assai sobrio nei dati . Ma gli crediamo.

16confotografiItaloDel resto il vertice di Italo, Fabrizio Bona, Chief Commercial Officer , con De Angelis, i numeri li presenta direttamente ai nuovi soci americani , cifre, linguaggio senza zone d’ombra e il consenso non manca. Infatti se il nuovo Fondo, che ha acquistato Italo per 2.4 miliardi di euro, ha dato carta bianca al management italiano una ragione ci sarà ed ecco perchè Marco De Angelis comunica con la sua simpatia ed esperienza quel “positive approach”che tanto piace agli investitori Usa.

E allora avanti coi telegrammi delle buone notizie. Dicevamo Milano e non a caso, infatti dai primi di dicembre ecco l’impegno di Italo a supporto dei grandi eventi, nel caso trattasi dell’ Artigianato in Fiera con fermata straordinaria a Milano Rho Fiera con 22 collegamenti con le maggiori città italiane . Non sorprende, del resto vedremo 92 viaggi al giorno dai primi mesi del ‘19 con un bel +65 per cento rispetto al 2017. E ancora Roma e Milano sempre più vicine con 20 collegamenti no stop al giorno dal prossimo anno. Al sud spicca Napoli con nuovi collegamenti e a nord ecco Bolzano, Trento, Rovereto con collegamenti quotidiani con Roma. Inoltre Bolzano diventa Hub per il servizio Italobus, collegamenti per la Valgardena … idem per Salerno, hub al sud, e se aggiungiamo che nella flotta Italo sono in arrivo altri dieci treni … Winner!

Ampliamento anche dei servizi complementari. Ecco Italotaste nuovo servizio ristorazione direttamente al posto e la nuova carta “Italo Più Corporate Privilege” che prevede punti fedeltà, sconti, promozioni, accesso alle sale Lounge Italo Club.

Insomma tutte buone nuove in questa prima tappa del Road Show Italo stagione 18-19. La stampa presente in cerca di un po’ di pepe tenta qualche punzecchiatura sui rapporti con il nuovo azionista Usa, ma De Angelis non ci casca: il Fondo Gip (Global Infrastructure Partners) è una azienda forte, esperta nei meccanismi di organizzazione e nei flussi dei processi aziendali, non ha esperienza specifica nel settore ma ha già investito in aeroporti e porti; si incontrano ogni due settimane e i risultati piacciono, per cui nessun cambio nel vertice italiano.

Lasciando il decimo piano ecco, al piano terra del grattacielo dell’Hotel Duca, la nutrita folla degli agenti di viaggio in attesa, inghiotte voracemente Marco De Angelis che ha l’aria di volersi godere questo bagno di fans specializzati che, con Italo , hanno goduto di ampie possibilità di sviluppo. Dice De Angelis “ Questo canale, per noi molto significativo, cresce oggi a doppia cifra !”

Nella foto di apertura, Marco De Angelis (a sinistra) con Alessio De Battisti, Ufficio Stampa Italo.

(Foto di Claudio Pina - Copyright)