Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

CINEMA: 70 ANNI DI NASTRI D'ARGENTO

fotogrupponastrri24

ainastri16Sandrelli8Una grande festa di compleanno

per il nostro Cinema,

con candidature doc

e premi speciali

aspettando il gran finale

di Taormina

 

di Roberta Gulotta

 

Il grande cinema italiano si è riunito al MAXXI di Roma dando il via le celebrazioni del settantesimo compleanno, che si concluderanno come di consueto alla serata finale di Taormina.

Impeccabile la "conduzione" del Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani Laura Delli Colli, che ha fatto gli onori di casa coadiuvata da Romano Milani e Franco Mariotti.Francophotocall14

In testa alle candidature 2016 "La Pazza Gioia" di Paolo Virzì e "Lo chiamavano Jeeg Robot" di Gabriele Mainetti (opera prima) che ha sbancato i David di Donatello. Ed ancora: nastro a Valerio Mastandrea per "Non essere cattivo" di Claudio Caligari, il Film dell'anno.

Meritatissimo il Nastro d'Oro a Stefania Sandrelli, un premio speciale a "Fiore" di Claudio Giovannesi e festa a Roma per i ragazzi del "Biraghi" in questa edizione dei 70 anni dei Nastri d'Argento che pone una specialissima attenzione ai giovani e lancia un nuovo riconoscimento per il talento, il "Premio Graziella Bonacchi".

Al MAXXI, un parterre superbo, il film dei 70 anni firmato da Antonello Sarno e i cinque Nastri "Tecnici" assegnati a sorpresa per la prima volra da una Giuria speciale, anticipando Taormina, che si svolgerà al Teatro Antico sabato 2 luglio.

Bocciarelli8I film che si contendono il Nastro 2016 e che saranno votati dai giornalisti cinematografici, sono "La Pazza Gioia" di Paolo Virzì, "Lo chiamavano Jeeg Robot" di Gabriele Mainetti, "Suburra" di Sefano Sollima, "Per amor vostro" e – a pari merito – "Alaska" di Claudio Cupellini e "Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese.guerritore8

Inoltre: "Io e Lei" di Maria Sole Tognazzi, "Quo Vado?" di Gennaro Nunziante e "Non essere cattivo", il "film dell'anno" dei Giornalisti al quale va comunque il Nastro già assegnato a Valerio Mastandrea e ai due attori protagonisti Luca Marinelli e Alessandro Borghi, con una menzione collettiva alla produzione, alla sceneggiatura, alle attrici.

Main sponsor BNL, Gruppo BNP Paribas con i sostegno istituzionale del MINACT- Direzione Generale per il Cinema e, in occasione delle "cinquine" a Roma, con il patrocinio della Regione Lazio e il sostegno della Roma e Lazio Film Commission. A Taormina co  il contributo della Regione Siciliana Assessorato al Turismo Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell'ambito del progetto "Sensi Contemporanei". L'Assessori al Turismo, Sport e Spettacolio della Regione Siciliana Anthony Barbagallo ha dichiarato: "Puntiamo sul cinema e la cultura per il rilancio economico e turistico dell'Isola: Il settantesimo anniversario dei Nastri d'Argento che, con il sostegno dell'Assessorato al Turismo, anche quest'anno vede Taormina come sede per la cerimonia di consegna dei prestigiosi premi, è un'occasione di grande festa anche per la Sicilia".

Per l'occasione dei 70 anni anche il NuovoIMAIE ha partecipato all'evento premiando una giovane promessa:Moisè Curia.

congiallininastri10

Il bilancio della stagione è nella lunga lista di queste candidature nelle quali il Sngci ribadisce l'importanza degli esordi: per la loro qualità e per l'originalità, infatti, le opere prime – ed anche qualche film di qualità meno fortunato al botteghino – sono prevalenti anche nella categoria del "soggetto". "Anche troppe, forse, ancora una volta quest'anno, le commedie che non hanno lasciato il segno: – afferma Laura Delli Colli a nome del Direttivo che ha selezionato le candidature – dispiace sottolinearlo, proprio perché i Giornalisti sostengono in modo speciale la commedia, avendone premiato la grande ripresa produttiva, con l'unico premio che istituzionalmente ne riconosce la qualità". Troppe commedie e poco originali, squisitamente costruite per un mercato facile – sostengono i Giornalisti – hanno confermato un generale calo di originalità nella scrittura che si era già riscontrato un anno fa, sostiene il Sindacato che si augura di trovare proposte più "fresche" nei prossimi anni.

AdrianoGiannini8Il Nastro d'Oro a Stefania Sandrelli va ad aggiungersi agli analoghi riconoscimenti assegnati per i 50 anni dalla Manifestazione a Sophia Loren, Michelangelo Antonioni e Alberto Sordi e poi, per il successo agli Oscar, anche a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.

Visti al MAXXI: Stefania Sandrelli, Giovanni Soldati, Monica Guerritore, Piera Degli Esposti, Claudio Santamaria, Marco Giallini, Andrea Occhipinti, Franco Trevisi, Barbara Livi, Fabiano Rivolta, Vincenzo Bocciarelli con Claudia Conte, Leo Gullotta, Peppino di Capri, Adriano Giannini, Fiorella Mannoia, Eliana Miglio, Paolo Virzì, Micaela Ramazzotti, Valerio Mastandrea, Alessandro Siani, Gianmarco Tognazzi, Daniela Poggi, Kasia Smutniak, Pierfrancesco Favino, Sonia Bergamasco, Paolo Genovese, Valeria Golino, Gabriele Mainetti, Paolo Genovese e tanti altri.

(foto by Roberta Gulotta e Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi - Copyright)

Banner 4Winds 700