banner idee per viaggiare

L’AEROPORTO LEONARDO DA VINCI PORTA D’ INGRESSO DELLA NUOVA VIA DELLA SETA

ADRRelatori Convegno24

Da aprile operativo il nuovo collegamento diretto su Chongqing servito da Hainan Airlines, nuova compagnia aerea privata cinese, pluripremiata dalla società di ricerca britannica Skytrax. Dal 2010 al 2014 i viaggiatori da e per la Cina, inclusa Hong Kong, sono aumentati del 60%

Sale a quattro il numero di vettori cinesi che operano con rotte dirette da e per la Cina dal Leonardo da Vinci. Dopo Cathay Pacific, China Eastern Airlines ed Air China, il nuovo collegamento offerto a partire dal prossimo 27 aprile da Hainan Airlines connetterà la Capitale con Chongqing, importante centro urbano posto all’interno del Paese, naturale porta di ingresso in Italia per la popolazione delle aree centrali ed occidentali del grande stato asiatico. La notizia è stata al centro di un evento di celebrazione del nuovo anno della Capra - in collaborazione con Cinitalia, Media Partner per la Cina - come momento di condivisione sullo sviluppo del turismo da e per la Cina che si è tenuto oggi, alla presenza dell’amministratore delegato di ADR, Lorenzo Lo Presti; del Consigliere Legale Vicario nell’ambito della Direzione Generale per la Promozione del sistema Paese – Ministero Affari Esteri - Sergio Monti; del Presidente di Unindustria, Maurizio Stirpe e dell’Ambasciatore della Repubblica popolare Cinese, Li Ruiyu.adrDanzadelLeoneOK16

Il Leonardo da Vinci, anche grazie al supporto ricevuto dall’ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane) e allo sforzo della rete diplomatica italiana in Cina - che è riuscita a far accelerare il rilascio dei visti con l’importante contribuito del nuovo Consolato Generale a Chongqing - sarà dunque il primo aeroporto europeo ad essere collegato da un vettore cinese a questa importante città. Chongqing, infatti, assieme ad altre località di quel quadrante, è una realtà emergente, come ha recentemente testimoniato uno studio prodotto dall’Enit e dal Ministero degli Affari Esteri che vede in costante aumento le prospettive dell’offerta turistica italiana sul mercato cinese per il triennio 2014-2016. La Cina si pone quindi, e non da oggi, come un’importante occasione di sviluppo che Aeroporti di Roma vuole cogliere, soprattutto in vista di Expo 2015 che vedrà Fiumicino protagonista nel suo naturale ruolo di Hub del Mediterraneo e principale porta d’accesso al Paese. Per questo ADR ha pensato ed avviato numerose iniziative rivolte ai viaggiatori cinesi: dalla segnaletica in lingua per indirizzarli all’interno dello scalo, all’acqua calda gratis disponibile presso tutti i punti di ristorazione o alla pubblicazione di un sito in lingua cinese con tutte le informazioni turistiche e di servizio, navigabile anche da smartphone. Tali progetti hanno contribuito lo scorso giugno all’ottenimento da parte del Leonardo da Vinci, primo aeroporto al Mondo, della certificazione “Welcome Chinese”, per l’elevata qualità e l’accoglienza offerta. Aeroporti di Roma nel 2014 ha anche aderito alla Fondazione  Italia – Cina e portato avanti una capillare formazione del personale a contatto con i passeggeri cinesi, per l’adozione di opportune e cortesi regole di comportamento, gestualità e ritualità, nell’ambito delle mansioni di scalo. 

Tutti questi sforzi hanno trovato riscontro anche nei numeri: i passeggeri da e per la Cina (inclusa Hong Kong), che hanno viaggiato sia con voli diretti sia attraverso scali intermedi, sono aumentati dal 2010 al 2014 del 60%. Lo scorso anno la crescita è stata del 10% rispetto al 2013 per un totale di circa 540.000 viaggiatori. Numeri raggiunti in primo luogo grazie all’aumento dei voli diretti: ad Air China, che opera un volo giornaliero su Pechino, si è aggiunta China Eastern su Shanghai e Wenzhou - partita con 3 frequenze settimanali alcuni anni fa e giunta velocemente ad offrire un volo giornaliero nel 2014 - e Cathay Pacific che sulla rotta giornaliera per Hong Kong ha appena sostituito l’aeromobile, introducendo un B777: macchina d’eccellenza per comodità e performance ma soprattutto con una capacità maggiore del 30% rispetto al precedente A340.

Nel 2014, grazie a questi sviluppi, il 55% dei passeggeri cinesi ha privilegiato i voli diretti disponibili da e verso Roma, rispetto a scelte precedenti, con scalo intermedio.

loprestiadr8

L’amministratore delegato di ADR, Lorenzo Lo Presti (nella foto), ha dichiarato: “Aeroporti di Roma ha agito in modo proattivo, lavorando in questi anni per garantire un’accoglienza mirata e attenta ai passeggeri cinesi, in costante crescita. La Cina rappresenta un’opportunità unica che dobbiamo e vogliamo cogliere. Il nuovo volo di Hainan va ad aggiungersi a un’offerta importante e capace di soddisfare tutte le esigenze dei viaggiatori cinesi”.

Banner 4Winds 700