Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

Presentato a Milano il Gran Tour delle Marche

BITTipicita24

Tra i promotori l’Anci Regionale e Tipicità

di Antonio Castello

All’insegna del motto “Il modo migliore per viaggiare nelle Marche è viverle” è stato presentato a Milano, nel corso della Borsa Internazionale del Turismo, il “Gran Tour delle Marche 2017”. Una serie incredibile di appuntamenti in programma da maggio a settembre, che offriranno l’opportunità di vivere un’esperienza autentica nella regione più longeva d’Italia. Il progetto promosso da ANCI Marche e Tipicità, consiste in un circuito virtuoso che racconta le Marche attraverso i Comuni e gli eventi, soprattutto enogastronomici e del “saper vivere”. “Nulla di costruito appositamente, precisa il Direttore di Tipicità, Angelo Serri, perché sfruttiamo soltanto ed esclusivamente ciò che già esiste sul territorio da lungo tempo”. Ma neppure questo è vero: “Tipicità in blu”, ad esempio, in svolgimento ad Ancona dal 18 al 21 maggio, è una derivazione della più nota “Tipicità” in svolgimento a Fermo nel mese di marzo. E’, come dire, il risvolto marino dell’altra più nobile manifestazione che mette in programma un “mare” di eventi per vivere da protagonisti le suggestioni adriatiche. Mini crociere a bordo di pescherecci per gustare il volto di Ancona direttamente dal mare, proposte di cucina marinara al porto peschereccio in compagnia di pescatori, immersioni scientifiche e laboratori con gli esperti tra gli innumerevoli segreti del mare. Sempre durante il mese di maggio, concomitante con la precedente manifestazione, si svolge “La Trota e il Verdicchio” a Sefro, tra i boschi della Valle della Scurosa, alle pendici dell’altipiano di Montelago, dove si consuma uno dei più caratteristici abbinamenti della regione: il morbido sapore della trota con la decisa tempra del Verdicchio. In giugno, dal 10 al 17, a Porto Recanati è la volta del “Festival del Brodetto”, l’antico piatto povero dei pescatori, divenuto oggi una celebrità assoluta nell’ambito della gastronomia mondiale. BITTipicita16Sempre in questo ambito è da segnalare a Senigallia, dal 21 al 24 settembre “Pane Nostrum”, dove va in scena la nobile “arte bianca”, per finire, dal 29 ottobre al 12 novembre, la “Fiera Nazionale del Tartufo Bianco” di Acqualagna. Non sono certo questi gli unici appuntamenti, perché la lista è lunga e intrigante e non si pensi soltanto a quelli che hanno come momento aggregante il mangiare e il bere. Il Gran Tour passa in rassegna anche il buon vivere e, soprattutto, l’artigianato come fa con la lunga tradizione del “Cappello” di Montappone dove, dal 28 al 30 luglio, è possibile rivivere l’antica tradizione della lavorazione della paglia per le vie del piccolo centro, fra mestieri e giochi di campagna, musiche e stornelli. E la stessa cosa si può dire con il “Premio Internazionale della Fisarmonica” di Castelfidardo, dove dal 10 al 17 settembre va in scena un concorso internazionale con musicisti e virtuosi provenienti da tutto il mondo.

Se tutte le manifestazioni hanno una durata variabile dal weekend alla settimana, a Fermo, la manifestazione nota con il titolo “Made in Marche”, avrà una durata di due mesi, dal 30 giugno al 30 agosto. Allestita nello straordinario scenario delle Cisterne Romane, la galleria mette in mostra le icone della produzione regionale. La tappa di Fermo del Grand Tour prevede anche la possibilità di gustare nei locali del centro l’AperiMarche, uno stuzzicante assaggio di sapori marchigiani accompagnati da un calice del “Vigneto Marche”.

(Foto di Antonio Castello)

Banner 4Winds 700