Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

Punto e a capo: un intervento di Cosimo Durante

 

Pubblicato sul Quotidiano di Puglia

 

CosimoDuranteLE"Sono sempre stato convinto e oggi più che mai, che non esistono uomini per tutte le stagioni e che il rinnovamento delle dirigenze dei partiti sia una delle formule più efficaci per tutelare e difendere la politica.

Non i politici, ma la politica quale sistema di relazioni di idee e uomini finalizzati al benessere della società di riferimento. Quel benessere che oggi manca, anche per responsabilità nostra.

Il Partito Democratico aveva una grande chance che non ha colto, non ha saputo coglierla perché sui proclami e le promesse di rinnovamento ha fatto prevalere le cattive abitudini, il compromesso, il tornaconto personale, il carrierismo. Questo è avvenuto a livello centrale e a livello periferico.

A Lecce la situazione è parsa ancora più grave. Non siamo riusciti ad offrire una ripartenza degna di una grande partito, dopo la delusione delle Elezioni.

Abbiamo dimostrato una debolezza che ci impone due riflessioni sollecite.

La prima riguarda la linea politica che dobbiamo dare al Pd salentino, guardando alle priorità del lavoro, della solidarietà sociale, la cura delle nuove miserie, la lotta alla burocrazia dei partiti.

La seconda riguarda le persone che devono condurre questi progetti che vanno selezionate in base ad un consenso interno ma non solo, anche sulla scorta del lavoro che eventualmente hanno svolto quando hanno avuto l’opportunità di misurarsi con l’Amministrazione. La politica non è solo consenso è anche buone prassi e buoni risultati. La cosa di cui la gente ha bisogno, ma che talvolta non si è capaci a far emergere e a dimostrare.

Bisogna parlare di più, tornare nelle vie e nelle piazze, sacrificando i salotti e le stanze delle sedi di partito, troppo anguste per far respirare aria nuova al partito stesso.

Con il Governo delle cosiddette larghe intese abbiamo imparato che in alcuni momenti sono possibili scelte dolorose e addirittura incomprensibili.

Noi che abbiamo fatto una campagna elettorale per smascherare le bugie e l’inconsistenza delle politiche della destra, del Pdl e di Berlusconi, adesso ci ritroviamo nello stesso progetto di Governo, dopo aver assolto ad un compito di elisione delle divergenze che forse sono il sale della politica, perché altrimenti viene meno il confronto stesso che fonda democrazia.

Prevalga il senso di responsabilità allora, ma prevalga davvero. Senza il tradimento delle idee portanti e il contrabbando delle speranze della gente per aggiudicarsi un posto al sole, finche dura la bella stagione e fare scorte per quella fredda.

Il popolo ce lo ha segnalato questo rischio, preferendo la risurrezioni di Berlusconi e l’anti progettualità dei 5 stelle.

Se ci fermiamo a questa stazione potremo alzare bandiera bianca, ma non vogliamo farlo. Vogliamo continuare a dire che siamo diversi, che siamo migliori di ciò che abbiamo dimostrato.

Con l’unità e qualche chiaro segnale di cambiamento a partire dai ruoli di tutti si può continuare il cammino. L’Italia non si può fermare così".

  Cosimo DurantePresidente gruppo consiliare PD Provincia di Lecce

                                                         

                                                                                                      

Banner 4Winds 700