Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

Sulla colonna sonora de “Il Principe Abusivo”

sianiscipione15Massimo Privitera dedica una splendida recensione su www.colonnesonore.net al film "Il Principe Abusivo", campione d’incassi in questo scorcio di stagione, (si sta avvicinando ai 12 milioni di euro e sta continuando ad attrarre un pubblico molto interessato).

Il principe abusivo è l’opera prima in veste di regista di Alessandro Sani che ne è anche bravissimo protagonista, coadiuvato da Christian De Sica che non sbaglia mai un ruolo, e dalle belle e talentuose Sarah Felberbaum e Serena Autieri

Un ruolo non secondario lo gioca la colonna sonora di questo film, composta dal Maestro Umberto Scipione, che ha creato una musica piacevolissima dalle mille sfumature. 

“Il compositore laziale – scrive Privitera - fin dall’iniziale “Il castello della principessa” ci dicecriscipione12square espressamente che si parla di nobiltà in tono favolistico con un tema sognante (I solisti romani e l’Orchestra da Camera della Sardegna, diretti da Scipione, con il loro pieno orchestrale tra ottoni, fiati, piano e archi ne sono la dimostrazione), ma è con “Il principe abusivo” che si vira verso la commedia popolare genuina (un leitmotiv per fischio, fisarmonica, ukulele e orchestra che possiede qualche rimando ai temi canzonatori del primo Benvenuti al sud): la ricchezza in denaro e la povertà di sentimenti nobile si scontra con la povertà di soldi e la ricchezza d’animo proletaria per creare un amalgama disturbante e ricreativo al contempo, e questi due primi pezzi di Scipione colgono appieno l’essenza del film (in ciò consiste la bravura di un vero autore di musica applicata). Si procede con il tema tristemente amabile di “Buona luna” per chitarra, fisarmonica e piano, dove i sentimenti la fanno da padrone. “Fuga per le scale” è un rincorrersi frenetico e divertito dei solisti e l’orchestra in cui il tema del Principe diventa pura ebbrezza esecutiva”

Ed ancora leggiamo su www.colonnesonore.net: “Tema d’amore Prevert” esposto dal flauto e dalla fisarmonica è il leitmotiv dell’amore prima rifiutato poi accettato con delicatezza (un brano che denota tutta la carica emozionale delle note composte da quel talento dei sentimenti che è felberbaumprincipe8Scipione). In “Marcia del Principe/Buona luna” il tema popolare diventa solenne, cerimoniale e si mescola con il love theme arioso e struggente a dimostrazione che le due anime (la ricca e la povera) possono convivere pienamente. Scipione si cimenta al piano con leggiadria esponendo in breve il tema de “Il Castello della principessa”, poi ci fa danzare con il tema proletario tramutato nel “Valzer a corte”, sempre sul filo della finezza sfoggiata con armonia ed eleganza. 

L’articolo si può leggere e gustare per intero su http://www.colonnesonore.net/recensioni/cinema/2461-il-principe-abusivo-.html

 

Nelle foto dall'alto: Alessandro Siani con Umberto Scipione; Umberto Scipione e l'attrice Cristina Sebastianelli al ricevimento per la prima de "Il Principe Abusivo"; Sarah Felberbaum (la Principessa del film).

 

Banner 4Winds 700