Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

Un messaggio di Cosimo Durante

Cosimo Durante, Presidente del GAL Terra d'Arneo e del Festival Internazionale del Film Turistico, la cui 51^ edizione avrà luogo a Lecce dal 20 al 23 iugno prossimo, ci scrive un messaggio che volentieri pubblichiamo.

Cari amici,

dopo tanto tempo il mio percorso politico mi ha portato fino a questo punto, fino alla candidatura alle Elezioni Politiche che costituiscono una sfida personale e collettiva ma anche un riconoscimento per il lavoro svolto in tanti anni di pubblica attività.DurantePrPno8

E’ arrivato il momento di mettere a frutto un progetto politico che abbiamo dedicato finora al territorio, e che in futuro richiederà nuovo impegno, più generale ovviamente, ma senza mai perdere però l’attenzione verso i nostri problemi.

E’ il momento di verificare l’azione politico amministrativa dedicata con amore e passione alla nostra terra, senza mai, nemmeno per un attimo, perdere di vista le ragioni del nostro impegno politico: servire e non essere serviti.

Io parto dal Salento, dalla mia terra, dalla origini: parto dall’amministrazione degli Enti locali, parto dal governo dei livelli intermedi, come la Provincia di Lecce, parto da competenze acquisite nella dirigenza della Pubblica Amministrazione.

Ecco perché la mia visione politica è ampia e il mio passato fecondo.

Il lavoro di questi anni è stato impegnativo, ci ha consentito di innovare le politiche di promozione del territorio e ci ha permesso di sperimentare la bontà di una pianificazione comunitaria che ci ha visti inseriti a pieno titolo nella grande Europa dei popoli e delle culture.

Il modello di riferimento è quello del Centrosinistra e in particolare del Pd, l’unico soggetto politico democratico a cui possiamo affidare le speranze di risveglio e di riscatto dell’Italia.

Quando ho ricoperto incarichi politici sono sempre passato attraverso il voto della gente, il consenso, l’apprezzamento. Sempre da eletto, sempre con il mio nome scritto sulla scheda elettorale o siglato.

Credo di aver maturato, in una ultraventennale esperienza di un certo tipo, la giusta coscienza politica, lontano dagli squilibri del potere o dal privilegio della designazione dall’alto. E’ la prima volta infatti che mi trovo ad essere inserito in una lista bloccata, nella quale conta purtroppo la posizione e non il nome. Per questo motivo voglio raggiungere tutti, voglio sottolineare che a me interessa il rapporto diretto con i cittadini.

Sono in lista per portare al territorio la realtà della buona Amministrazione  che ho sperimentato in tanti anni trascorsi a Palazzo dei Celestini, prima da consigliere e successivamente da assessore, che mi hanno fornito carattere e competenza da spendere per la nostra comunità.

Oggi, anche dopo dieci anni di Sindaco di Leverano, mi è data la possibilità di replicare quel ruolo in una dimensione nuova, quella nazionale, con una candidatura al Parlamento che arriva in un momento di svolta per tutta la classe politica, particolare perché priva dei riferimenti del passato e perché si pone come banco di prova per mettere definitivamente al bando la politica della “demeritocrazia”.

Credo ancora e molto nella Repubblica Parlamentare, nelle decisioni assembleari, nel modello delle buone prassi, nel sudore della fronte. E credo di averlo già dimostrato.

Il bagaglio di esperienze maturate in questi anni come sindaco e componente della Giunta provinciale di Lecce mi ha consentito di elaborare nuovi modelli di interpretazione dei bisogni delle nostre comunità da tradurre oggi in maniera del tutto nuova.

Il grado di competenza acquisito nel settore agricolo, come assessore provinciale e presidente del Gal Terra d’Arneo sono il mio biglietto da visita per varcare da protagonista la soglia del Senato della Repubblica, la più antica e ancora nobile Istituzione politica italiana.

Sono certo di poterlo fare, se me ne sarà data la possibilità, ringraziando coloro che mi hanno supportato votandomi alle primarie e il Partito Democratico per avermi offerto l’opportunità, non la certezza, di una Elezione in Parlamento. Farò campagna elettorale fino al 25 febbraio per convincere chi è ancora scettico e rafforzare la convinzione in chi già crede in me e nel partito. Ma nulla è scontato. Se i cittadini elettori non andranno in tanti a votare Pd in tutta la Puglia io non potrò rappresentare il mio territorio davanti a tutta l’Italia e non potrò far sedere nel cuore del Paese i nostri comuni, il nostro Salento, la nostra Puglia.

Chi ci rappresenterà cari amici, di chi ci potremo fidare?

Mi auguro che sapremo dare la risposta migliore per tutti noi. Cosimo Durante

Banner 4Winds 700