Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

Dal 19 al 22 aprile Tinazzi a Vinitaly 

25degustazionetinazzi

Con nuove annate e un nuovissimo packaging 

- L’appuntamento di Verona, a cui il gruppo partecipa da oltre 40 anni, sarà presente con due stand in Veneto e Puglia - Nuove bottiglie e nuove etichette per i prodotti rivolti al giovane pubblico internazionale - 

Dal 19 al 22 aprile 2020 Tinazzi, importante gruppo di cantine con sede a Lazise e produzioni in Veneto e Puglia, sarà presente al Vinitaly di Verona, che con le sue 4.600 aziende espositrici, gli oltre 40 Paesi produttori, e i 400 eventi in 4 giorni, rappresenta il più importante appuntamento dell’anno del calendario enologico italiano. Un momento fondamentale per stringere nuove relazioni e incontrare appassionati italiani e clienti da tutto il mondo.

Tinazzi, gruppo votato all’export che partecipa alla fiera da oltre 40 anni e oggi tra i primi 5 esportatori italiani in Russia, sarà presente con uno stand nell’area del Veneto, Pad 4 Stand B8, e nell’area della Puglia, Pad 11, Area H2, Stand 25 dove sarà rappresentata l’azienda San Giorgio, che partecipa alla fiera dal 2016. Tra i prodotti di punta dell’azienda pugliese si potrà assaggiare il Primitivo di Manduria Imperio LXXIV.

L’appuntamento di Verona sarà l’occasione per presentare le nuove annate della produzione Tinazzi e il nuovo packaging della linea Ca’ de’ Rocchi, con etichette fresche e accattivanti studiate per un pubblico giovane e interessato. Tra le novità riguardanti il packaging anche le bottiglie Reginetta, leggermente più basse e ampie, una scelta che si distacca dalla classica bottiglia conica per identificare un prodotto sempre più vicino ai consumatori internazionali.

Tra le etichette da degustare ci sono i prodotti del territorio veneto come il Valpolicella Superiore Ripasso “Monterè” Dop Ca’de’Rocchi, la Corvina Verona Ipg “Corvè” Ca’de’Rocchi e il bianco Lugana Ca’de’Rocchi 2019. Presentato per la prima volta nell’edizione 2019 e riproposto anche quest’anno il Lugana Prealta 2017, con leggero affinamento in botte. Tra i rosati e i rossi si segnalano il Chiaretto Campo delle Rose 2019, il  Rosso Verona Prealta Rossa 2018 e il Rosso Puglia Rossofreddo 2018, vino pugliese da 13% servito freddo ad una temperatura di 10°C, oltre alla produzione veneta di Amarone, Ripasso e Bardolino, e quella pugliese di Primitivo di Manduria e Primitivo del Salento. 

22Famiglia Tinazzi1

LA FAMIGLIA TINAZZI

I Tinazzi, nell'antica tradizione veronese, erano recipienti simili a botti dove si metteva l'uva pigiata a fermentare: una famiglia legata al vino persino nell'origine del nome. Non può che cominciare con questo curioso aneddoto la storia di Tinazzi, che inizia alla fine degli anni Sessanta a Cavaion Veronese (Vr), grazie all’impegno e alla passione di Eugenio Tinazzi.

Gian Andrea Tinazzi, figlio del fondatore, all’epoca ancora diciottenne, segue subito il padre nella conduzione dell’impresa e allarga progressivamente gli orizzonti dell’azienda sia in termini di produzione che di mercati. Animato da uno spirito vivace, intraprendente e proattivo, trasforma negli anni l’azienda di famiglia da una realtà locale, che vende vini veneti DOC a piccole realtà del lago di Garda, all’attuale importante Gruppo esteso tra Veneto e Puglia, regione di grande carattere e dalle crescenti potenzialità qualitative, in cui i Tinazzi sono presenti dal 2001. Sotto la sua guida il gruppo produce vini d’alta qualità, venduti in oltre 30 Paesi nel Mondo. Un'intuizione che ha portato l'azienda a diventare una delle più interessanti realtà della viticoltura italiana, con oltre 100 ettari di vigneti di proprietà e un'ampia proposta di iniziative legate alla cultura contadina e all'accoglienza.

Gli importanti premi internazionali, come i riconoscimenti di rinomate riviste come Wine Spectator, Wine Enthusiast e Decanter sono solo l'ultimo tassello della storia dei vini.

Banner 4Winds 700