Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

banner idee per viaggiare

L’Italia del Turismo svela i suoi piani per il 2020

23tavoloenitmibact

di Antonio Castello

Guardare avanti con un occhio al passato. Si può riassume in questo assioma l’intervento di questa mattina del presidente dell’Enit, Giorgio Palmucci, nel presentare il Piano Annuale del Turismo Italiano. “Il 2019 è stato un anno importante per l’Agenzia, frutto di un lavoro incredibile svolto dalla sede centrale e dai 28 uffici periferici sparsi per il mondo. Le notti trascorse nel nostro Paese sono state oltre 360 milioni (il dato è fino a tutto ottobre) che hanno prodotto introiti per oltre 40 miliardi di euro. Il brand Italia ha attratto 3 milioni di partecipanti ad eventi organizzati o sponsorizzati nel settore luxory. Quasi 32 milioni di occasioni di visibilità prodotte con azioni di comunicazione e coomarketing. Una positività che però, non ci deve far dormire sugli allori”, ha detto il Presidente Palmucci. “Questi dati, molto significativi, ci debbono spronare a fare meglio. Per questo abbiamo intensificato i rapporti di collaborazione con le Ambasciate e gli Uffici del Commercio Estero, oltre che potenziare le nostre sedi periferiche. In programma ad esempio, ci sono l’apertura di nuove rappresentanze in Cina e negli USA. Stiamo potenziando quelle dove abbiamo notato possibili incrementi e intervenendo su quelle in rapida crescita. Ma la cosa più importante è, come auspicato dallo stesso Ministero, guardare anche al turismo interno, così come abbiamo fatto in tutte quelle aree che lo scorso anno hanno sofferto per il verificarsi di calamità naturali (Liguria, Italia Centrale, Venezia). Per il 2020, dalle nostre sedi estere”, dice ancora Palmucci, “sono state già programmate ben 480 iniziative di cui il 20% orientate alla valorizzazione della meeting industry. Abbiamo posto al centro delle nostre iniziative i nuovi target del lusso affluent e Hnwi (High Net Worth Individual), nella convinzione che il nostro paese in questo settore possa davvero offrire molto. Una particolare attenzione l’abbiamo riservata anche al turismo slow e active (le due opzioni non sono contrastanti, ma alternative) e sono già 40 le fiere a cui parteciperemo con specifici workshop. Scorrendo l’elenco delle celebrazioni che l’Italia si appresta a vivere in questo 2020”, ha concluso Palmucci, “notiamo che ce ne sono alcune davvero di grande interesse, a cominciare dai centenari di Raffaello e Fellini, per finire a quello forse meno rilevante, ma che ci vede in prima fila: il centenario dell’Enit”.

23enitpubblico

La conferenza stampa è stata programmata, e non poteva essere altrimenti, con il MIBACT in rappresentanza del quale era presente la Sottosegretaria, Lorenza Bonaccorsi che ha esordito con un “mi piace” alla nota rock dell’Enit. “Il momento che stiamo vivendo è molto importante per il futuro dell’Italia turistica, ha poi sottolineato l’esponente governativa. Dopo questi primi mesi di assestamento e il riconoscimento ufficiale del Turismo nelle competenze del Ministero, siamo entrati ora nella fase operativa. Un ringraziamento va naturalmente sia all’Enit che alle Regioni che in questo periodo hanno supportato l’azione del Ministero. Ora occorre però che il settore, che pure gode di ottima salute, migliori ulteriormente. L’incremento degli arrivi e delle presenze, oltre che degli introiti, ci deve stimolare a fare meglio e di più. Dobbiamo imprimere una nuova centralità al turismo italiano che rappresenta un asset economico di primaria importanza per l’economia del Paese. Innovazione, accessibilità e sostenibilità sono i nostri obiettivi immediati. Il turismo è la vera, nostra ricchezza e noi dobbiamo sfruttare tutte le occasioni possibili. Ma occorre fare sistema con le Regioni: andare da soli si disperdono soltanto energie. Con l’Enit invece, occorre parlare con una sola voce, puntando soprattutto sul binomio cultura/turismo. L’impegno del Governo”, ha concluso la Bonaccorsi, “è quello di garantire al turismo italiano le migliori condizioni, l’attenzione e l’impulso necessari a mantenere e rafforzare i trend di crescita evidenziati”. 

Banner 4Winds 700